Segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon l’ha voluta chiamare “agenda per l’umanità”: è il richiamo alle responsabilità comuni, fatto alla vigilia del primo Summit umanitario mondiale (a Istanbul il 23 e 24 maggio). Ai leader della terra il segretario delle Nazioni Unite ha voluto indicare cinque punti fondamentali, in nome della comune umanità: 1. Prevenire i conflitti e mettere fine a quelli già avviati, trovando soluzioni politiche. 2. Sostenere le regole che salvaguardano l’umanità, anche in contesti difficili come quelli delle guerre. 3. Non lasciare indietro nessuno. Donne e uomini, ragazze e ragazzi, diventano agenti del cambiamento, cioè della tutela dei più deboli: rifugiati, sfollati, discriminati di ogni genere. 4. Cambiare la vita delle persone. Dagli aiuti alla fine del bisogno: significa riduzione delle vulnerabilità, che si ottiene affiancando i sistemi nazionali, prevenendo le crisi e non aspettandole, superando il concetto di sviluppo/aiuti. 5. Investire nell’umanità. Significa affrontare le nostre responsabilità comuni passando dagli aiuti all’investimento nello sviluppo.

FARE 'CASINO'

PER L'UGUAGLIANZA DI GENERE

dream2

La donna è senza dubbio una luce, uno sguardo, un invito alla felicità, e talvolta il suono di una parola; ma soprattutto è un’armonia generale, non solo nel gesto e nell’armonia delle membra, ma anche nelle mussole, nei veli, negli ampi e cangianti nembi di stoffe in cui si avvolge, che sono come gli attributi e il fondamento della sua divinità (...) Charles Baudelaire.

SPIGOLATURE DALLE NAZIONI UNITE

Nel primo giorno del Vertice Mondiale Umanitario a Istanbul l'inviato speciale per l'educazione, la scienza e la cultura delle Nazioni Unite,UNESCO, sig. Forest Whitaker, ha invitato i partecipanti, i rappresentanti dei governi e delle organizzazioni internazionali ad agire collettivamente per migliorare l'azione umanitaria e investire di più in aiuto per lo sviluppo.
05-23-Whiteker"Stiamo affrontando una crisi umanitaria di grandezza senza precedenti nella storia del pianeta", ha detto Whitaker, l'attore premio Oscar, in un'intervista a Istanbul dove si è svolto il Summit umanitario mondiale dell'ONU. Uno degli slogan del vertice è stato: 'Una sola umanità: una responsabilità condivisa' e penso che è proprio quello che dobbiamo raggiungere", ha dichiarato Whitaker, che è uno delle personalità più eminenti, scelte dal Segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, per sostenere e promuovere l’Agenda 2030 dello sviluppo sostenibile.

Il settore umanitario non riesce a proteggere i civili dalla violenza, un top consigliere delle Nazioni Unite ha sottolineato al Summit umanitario mondiale (WHS) a Istanbul, Turchia.
Jan Egeland, che era alla conferenza nella sua qualità di Segretario generale del Consiglio norvegese per i rifugiati, è anche il Consigliere speciale di Staffan de Mistura, l'inviato speciale delle Nazioni Unite per la Siria, dove milioni di persone si trovano nelle zone assediate con poco o niente cibo e nessuna assistenza medica: "Stiamo facendo un sacco di buon lavoro per decine di milioni di persone, ma ci sono ancora milioni di persone che non riusciamo nemmeno a raggiungerle. More=>


GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA: Uniti per salvare il pianeta

Leonardo DiCaprio: "Il mondo vi sta guardando. Voi siete l'ultima migliore speranza della Terra, noi vi chiediamo di proteggerla o tutti noi, tutte le creature viventi, saremo storia". L'intervento dell'attore premio Oscar, questa volta in veste di messaggero Onu per il clima, richiama l'attenzione dei leader che al termine condivideranno con un lungo applauso: "Voi sarete applauditi dalle future generazioni o sarete condannati. - ha detto DiCaprio - Potremmo avere onore e disonore: solo noi possiamo salvare o perdere l'ultima speranza della Terra. Il nostro compito è questo: voi siete l'ultima migliore speranza della Terra".

"Siamo in una corsa contro il tempo" ha detto Ban Ki-moon esortando tutti i paesi ad aderire rapidamente all'accordo di Parigi sul clima"


CIVIL SOCIETY FORUM
csocdlogoIl Comitato delle ONG per lo sviluppo sociale è dedicato alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica su questioni di sviluppo sociale come: invecchiamento della societa, la società civile, le cooperative, le persone con disabilità, l'occupazione e lavoro dignitoso, popoli indigeni, l'eliminazione della povertà, integrazione e inclusione sociale, e i giovani – ossia, i temi presi in considerazione dalle Nazioni Unite e in particolare dalla Commissione per lo sviluppo sociale. Il comitato organizza e partecipa al forum della società civile e attraverso eventi paralleli, organizzati durante la sessione della Commissione, cerca di aumentare le capacità e la consapevolezza dell’opinione pubblica sulle sfide globali e sulle problematiche nonché opportunità della giustizia sociale. Quest'anno il Forum è stato organizzato insieme alla Divisione per le politiche sociali e lo sviluppo (DSPD) del Dipartimento degli Affari Economici e Sociali (DESA) e alla Fondazione Friedrich-Ebert il 1° febbraio 2016. Il Forum della società civile prevede per Passionists International e per le altre ONG di tutto il mondo un’esperienza di collaborazione per preparare dei documenti d’intenti e degli interventi congiunti.
La Dichiarazione della Società Civile è disponibile per scaricare in lingua inglese, spagnola, e francese.
CSOCD54

IL DIRITTO UMANO ALL'ACQUA


Water Hija1

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Il diritto di ogni essere umano ad acqua potabile sicura e ai servizi igienici di base dovrebbe essere riconosciuto e realizzato. Riconoscendo che l'accesso all'acqua potabile e servizi igienico-sanitari è un diritto umano è cruciale per la lotta in corso per salvare vite umane. E 'stato proposto per primo vent'anni fa da organizzazioni della società civile.
Le Nazioni Unite stimano che circa 900 milioni di persone vivono senza acqua potabile e 2,6 miliardi senza servizi igienici adeguati. L'acqua, l'ingrediente di base della vita, è tra killer più prolifici del mondo. Almeno 4.000 bambini muoiono ogni giorno per malattie legate all'acqua. In realtà, più vite sono state perse dopo la seconda guerra mondiale a causa di acqua contaminata che da tutte le forme di violenza e di guerra.

SDGS GOALS

Il 25 settembre 2015, i paesi hanno adottato una serie di obiettivi per porre fine alla povertà, proteggere il pianeta e garantire la prosperità per tutti come parte di una nuova agenda per lo sviluppo sostenibile. Ogni obiettivo ha dei target specifici per adottare politiche creative e ambiziose e rilanciare un'economia globale in tutto il mondo e per tutti gli uomini nel corso dei prossimi 15 anni.

I Popoli Indigeni: terreno, identità e benessere;

i diritti e gli standard minimi garantiti per i popoli indigeni nella Dichiarazione delle Nazioni Unite sui diritti dei Popoli Indigeni.

indigenous pple

L'INFINITO

 

LIBERTÁ DI MIGRAZIONE: PARADOSSO O OSSIMORO

Tutto il mondo è attratto da questa situazione con simpatia non solo per il numero dei migranti ei dei rifugiati ma di più dalla condizione umanitaria insostenibile nella quale versano. "Ogni giorno offre nuove violenze: cadaveri alla deriva nel Mediterraneo; rifugiati senza quantità sufficiente di cibo e di acqua, stipati insieme in condizioni sanitarie intollerabili; famiglie con bambini piccoli costretti ad attraversare centinaia di chilometri a piedi; polizia che aggredisce con manganelli e gas lacrimogeni i migranti indifesi; e ovunque i confini e le barriere rafforzati dal filo spinato e le forze d’ordine presenti per respingere i profughi con la violenza. "Crisi, 'Kairos' in effetti è, un momento di verità che ci permette di capire chi siamo veramente.


"Considerate la vostra semenza: fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza"

Dante Alighieri, Inferno, canto XXVI

Follow us on Twitter!